Lascia un commento

Navigatori satellitari a realtà aumentata.


articolo tratto da www.wired.it

Monaco di Baviera – La realtà aumentata, in auto, ce l’abbiamo da un po’, anche se non ce ne siamo mai accorti. I segnali che indicano i distributori di benzina lungo il nostro percorso, all’interno del display del navigatore, ne sono un esempio. Bmw sta lavorando al modo di trasferire quegli oggetti direttamente sul vetro di fronte a noi, inserendo un pannello fra il volante e il parabrezza su cui materializzare la velocità a cui stiamo andando, le indicazioni stradali e altre informazioni utili. Il progetto, presentato la scorsa settimana a Monaco, include un assistente alla guida che ci indica quando è necessario rallentare per rispettare la distanza minima e quando dobbiamo trattenerci da un sorpasso per non rischiare una collisione. Non c’è più una voce a guidarci per le strade, ma una scia colorata simile a una freccia dipinta per terra. Tutto lì davanti a noi, senza mai voltare lo sguardo. La prima auto del genere è già stato prototipizzata ed è in giro per le strade di Monaco.

Bmw sta lavorando anche all’introduzione di nuove applicazioni che una volta collegato il telefono all’auto sono gestibili dal monitor della vettura. Entro la fine dell’anno dovrebbe essere aperta a sviluppatori terzi la possibilità di creare app in grado di interagire con il computer di bordo. Per quanto riguarda Facebook e Twitter, il sistema è già in grado di leggerci gli update dei nostri contatti e postare risposte predefinite. Negli Stati Uniti possiamo ascoltare la musica utilizzando i dati della stessa app di Pandora che abbiamo sul telefono. Il nuovo Infotainment Assistent ci propone in alternanza canzoni e la lettura di mail e messaggi ricevuti sul telefono, tweet, news e podcast. Oltre a fare le proprie proposte, impara quello che vogliamo fare esaminando le nostre richieste.

Le nuove auto connesse di Bmw saranno in grado di sfruttare la connessione Lte, permettendoci di postare direttamente su Facebook le foto e i video registrati dalle fotocamere installate sulla vettura. Inoltre, grazie al download fino a 20 megabit al secondo, potremo “guardare” Internet, operando lo streaming di film ed eventi sportivi.

Monaco di Baviera – La realtà aumentata, in auto, ce l’abbiamo da un po’, anche se non ce ne siamo mai accorti. I segnali che indicano i distributori di benzina lungo il nostro percorso, all’interno del display del navigatore, ne sono un esempio. Bmw sta lavorando al modo di trasferire quegli oggetti direttamente sul vetro di fronte a noi, inserendo un pannello fra il volante e il parabrezza su cui materializzare la velocità a cui stiamo andando, le indicazioni stradali e altre informazioni utili. Il progetto, presentato la scorsa settimana a Monaco, include un assistente alla guida che ci indica quando è necessario rallentare per rispettare la distanza minima e quando dobbiamo trattenerci da un sorpasso per non rischiare una collisione. Non c’è più una voce a guidarci per le strade, ma una scia colorata simile a una freccia dipinta per terra. Tutto lì davanti a noi, senza mai voltare lo sguardo. La prima auto del genere è già stato prototipizzata ed è in giro per le strade di Monaco.

Bmw sta lavorando anche all’introduzione di nuove applicazioni che una volta collegato il telefono all’auto sono gestibili dal monitor della vettura. Entro la fine dell’anno dovrebbe essere aperta a sviluppatori terzi la possibilità di creare app in grado di interagire con il computer di bordo. Per quanto riguarda Facebook e Twitter, il sistema è già in grado di leggerci gli update dei nostri contatti e postare risposte predefinite. Negli Stati Uniti possiamo ascoltare la musica utilizzando i dati della stessa app di Pandora che abbiamo sul telefono. Il nuovo Infotainment Assistent ci propone in alternanza canzoni e la lettura di mail e messaggi ricevuti sul telefono, tweet, news e podcast. Oltre a fare le proprie proposte, impara quello che vogliamo fare esaminando le nostre richieste.

Le nuove auto connesse di Bmw saranno in grado di sfruttare la connessione Lte, permettendoci di postare direttamente su Facebook le foto e i video registrati dalle fotocamere installate sulla vettura. Inoltre, grazie al download fino a 20 megabit al secondo, potremo “guardare” Internet, operando lo streaming di film ed eventi sportivi.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: